L’elegante hotel che ha riqualificato un quartiere di Bangkok

Panoramica

  • Boutique hotel con 10 camere
  • Prima pubblicazione su Airbnb: 2015
  • Vantaggio principale: lo stile eclettico attira i creativi
  • Vantaggio aggiuntivo: il successo su Airbnb apre nuove porte

 

La foto ritrae Khun Joy in una delle camere dell'hotel Mustang Nero

Non capita spesso che un piccolo hotel di quartiere diventi una vera e propria meta turistica, un luogo che i viaggiatori vogliono visitare anche se non possono soggiornarvi. Eppure è esattamente quello che è accaduto al Mustang Nero, un hotel di 10 camere a tema safari davvero unico nel suo genere, che si trova nel vivace quartiere di Sukhumvit a Bangkok.   

Il Mustang Nero è nato da un’idea di Khun Joy, una scenografa attiva nel mondo della moda di Bangkok e amante dell’eccentricità. Nel corso degli anni, Joy ha allestito innumerevoli servizi fotografici straordinari, in molti dei quali venivano utilizzati animali imbalsamati e materiali grezzi. Quando nel 2015 ha deciso di trasformare un piano di un edificio di uffici in disuso in un boutique hotel, la sua estetica non convenzionale ha attirato grande interesse. 

Ognuna delle camere del Mustang Nero straripa di piante tipiche locali, è rivestita con gli originali pannelli in legno dell’edificio, splendidamente intagliati, ed è decorata con gli animali imbalsamati che Joy ha raccolto per i suoi lavori nel campo della moda. Sulle porte è indicato lo spirito animale di ognuna delle 10 stanze, come drago, zebra, fenicottero e lupo.  “Il design mi viene naturale”, afferma Joy.

Irresistibile per i professionisti della creatività…

La passione di Joy per la teatralità pervade ogni angolo dell’hotel. Le sue deliziose colazioni, preparate con cura a base di marmellate fatte in casa, verdure biologiche della fattoria di un amico e altri ingredienti naturali, sembrano elementi scenografici unici e cambiano ogni giorno. Joy immortala le sue creazioni in foto accattivanti che abbelliscono il suo annuncio su Airbnb. 

Anche se Joy non si rivolge a particolari categorie demografiche, molti dei suoi ospiti sono stranieri che, come lei, sono creativi professionisti: grafici, albergatori, artisti e registi. 

"Se un ospite rimane qui per sette notti, non gli verrà servita la stessa colazione due volte"

Khun Joy, Mustang Nero Hotel

… e perfetto per Instagram

E ce ne sono più che a sufficienza per riempire le stanze del suo hotel e il suo calendario. Il Mustang Nero è un’esclusiva Airbnb ed è quasi sempre al completo, come ci racconta Joy. A volte Joy è costretta a rifiutare qualche prenotazione, ma alcune di queste persone si presentano comunque solo per ammirare l’hotel e scattare qualche foto instagrammabile.  

Grazie alle recensioni che lo definiscono “un luogo ideale per un servizio fotografico”, “quasi un museo vero e proprio” e “la cosa migliore del nostro viaggio a Bangkok”, il Mustang Nero è molto popolare tra i viaggiatori che sono attirati dalla sua particolare estetica. È per questo che interi pulmini di turisti armati di macchina fotografica accorrono anche solo per qualche minuto, per fotografare il lavoro di Joy. Lei cerca di fare il possibile per soddisfare le loro esigenze, ma le stanze rimangono off-limits. “Mi raccomando sempre: soltanto l’atrio!”, afferma Joy.

 

L’estetica Mustang raggiunge nuovi orizzonti

L’influenza del Mustang Nero non si ferma alla sua porta d’ingresso. In soli quattro anni dalla sua apertura ha contribuito a ravvivare il distretto di Sukhumvit, che oggi vanta altri sei ostelli e hotel. “Non sembra più la zona isolata di prima”, afferma Joy.

Joy dà lavoro a tre cameriere del posto, a due receptionist e due lavoratori part-time. La sua prossima mossa sarà sfruttare il suo talento per l’ospitalità e il design per creare un secondo hotel, Mustang Blue. Verrà realizzato in un’altra parte della città e anch’esso sarà un’esclusiva Airbnb. Vi si terranno dei workshop per i viaggiatori creativi che rappresentano la clientela tipica di Joy. “So fare il sapone,” afferma, “quindi mi piacerebbe organizzare un workshop sul sapone fatto a mano”.

Joy spera che le stanze in più l’aiuteranno ad accogliere alcuni dei visitatori che ora è costretta a rifiutare. Dopo tutto, comprende meglio di chiunque altro la necessità di vivere circondati da elementi unici, anche se solo per poche notti.

 


 

Vuoi saperne di più?

Clicca qui per ulteriori informazioni sull’ospitalità professionale.

 

 

Ricevi aggiornamenti sull'ospitalità professionale con Airbnb direttamente nella tua posta

Iscriviti