Come due imprenditori stanno contribuendo a rendere l’ospitalità più diversificata

Scritto da Airbnb

Ci sono due elementi che possono rendere fantastica un’esperienza di viaggio: i dettagli e la sensazione che siano stati scelti pensando specificamente a te. Qualsiasi cosa, però, dai prodotti da bagno fino alle camere al personale stesso, può far sentire trascurati i viaggiatori afroamericani, come se fossero fuori posto. “I viaggiatori temono di non poter portare con sé la propria identità,” ha detto Marcus Carey. Ed è esattamente quello che lui e il suo collega co-fondatore, Damon Lawrence di Homage Hospitality, si sono proposti di risolvere. “Esiste una mancanza di pluralità che si riflette nella proprietà e nella gestione,” ha affermato Damon. “Volevo davvero che The Moor rappresentasse una possibilità. Volevo mostrare di cosa è capace Homage e, in un contesto ancora più ampio, di cosa sono capaci gli afroamericani nel settore dell’ospitalità.”

"Volevo davvero che The Moor rappresentasse una possibilità. Volevo mostrare di cosa è capace Homage e, in un contesto ancora più ampio, di cosa sono capaci gli afroamericani nel settore dell'ospitalità."

Damon Lawrence, Homage Hospitality

Damon e Marcus si sono incontrati nel 2016 a una festa a Oakland, in California, rendendosi conto di aver intravisto la stessa opportunità: offrire un’esperienza di viaggio alternativa. I due si sono messi subito al lavoro su The Moor, un boutique hotel di 4 suite a New Orleans, in Louisiana. “Volevamo che ogni elemento raccontasse una storia a The Moor,” ha spiegato Marcus. “I nostri spazi devono dare l’impressione che la città e il suo focolaio culturale siano stati catturati al loro interno.”

Nonostante un lavoro instancabile, Damon e Marcus hanno corso il rischio di non farcela entro la data di apertura, stabilita per il 1° luglio 2018. “Esaurimmo i soldi due giorni prima di aprire le porte e i lavori nella proprietà non erano ancora ultimati”, ha spiegato Marcus. Questo, tuttavia, non li ha fermati. Al contrario, si sono recati in ferramenta e hanno comprato tutto ciò di cui avevano bisogno di tasca propria. “Il percorso che porta ad aprire un’attività non si ferma a meno che non sia l’imprenditore a fermarsi”. Entro tre giorni dall’arrivo dei primi ospiti, The Moor ha registrato il tutto esaurito per il resto del 2018.

"Esaurimmo i soldi due giorni prima di aprire le porte e i lavori nella proprietà non erano ancora ultimati."

Marcus Carey, Homage Hospitality

Nonostante il successo iniziale, Damon e Marcus hanno riconosciuto il grande potenziale di un annuncio per The Moor su Airbnb. “Ora che siamo sulla piattaforma di Airbnb e possiamo aprire le porte a più ospiti di una provenienza più diversificata, ci siamo resi conto che le persone apprezzano lo spazio in generale,” ha affermato Damon.

"Ora che siamo sulla piattaforma di Airbnb e possiamo aprire le porte a più ospiti di una provenienza più diversificata, ci siamo resi conto che le persone apprezzano lo spazio in generale."

Damon Lawrence, Homage Hospitality

Ora che i co-fondatori di Homage hanno intenzione di espandersi a Napa, Oakland e Los Angeles, è fondamentale che, oltre a raggiungere la community globale di ospiti di Airbnb, siano anche in grado di ricevere un feedback diretto: “Le opinioni dei nostri ospiti influiscono ogni giorno sulla nostra attività,” ha spiegato Marcus. Damon ha aggiunto: “Consentire questo scambio è un aspetto bellissimo della piattaforma di Airbnb.”

 


 

Vuoi saperne di più? Clicca qui per ulteriori informazioni sull’ospitalità professionale con Airbnb.  

 

 

Abbonati